NZocche'


N’ZOCCH’E’
23 febbraio 2010, 09:43
Filed under: N'Z

…spesso sono i luoghi che cercano le persone e non il contrario.

COMINCIAMO DALL’INIZIO, O MEGLIO, DA QUELLO CHE PER NOI E’ STATO IL PUNTO DI PARTENZA.

IL NOSTRO CIELO SOPRA PALERMO.

E VISTO CHE SI TORNA SEMPRE SUL LUOGO DEL DELITTO, ANCHE NOI ABBIAMO DECISO DI TORNARCI 20 ANNI DOPO ALL’INCIRCA. E DI FARE UNA RIPARTENZA. APRIAMO UNO SPAZIO CULTURALE E SOCIALE IN UNA CITTA’ DESERTIFICATA CULTURALMENTE, PERCHE’ COSI’ LA VOGLIONO QUELLI CHE LA GOVERNANO.

DOVE I TALENTI E LE IDEE INNOVATIVE NON HANNO CITTADINANZA, SE NON QUELLA CHE RIESCONO A GUADAGNARSI SUL CAMPO, IN UNA VERA E PROPRIA RESISTENZA CIVILE, RACCONTATA E AMATA VERAMENTE, SPESSO SOLO FUORI DAI CONFINI DI QUESTA TERRA.  

NOI PENSIAMO CHE SI DEBBA RIPARTIRE DA QUI. DALLA RESISTENZA DI UNA GENERAZIONE CULTURALE CHE IN QUESTA CITTA’ VIVE E SI IMPEGNA PER CAMBIARLA. ANCORA.

UNA GENERAZIONE CULTURALE CHE (FORSE O ALMENO PER NOI) E’ NATA 25 ANNI FA IN UNO, NESSUNO, CENTOMILA LUOGHI DIVERSI MA AFFINI.  IN QUEI “CORPI” PENSANTI DI QUESTA CITTA’, COME LE IMMAGINI DI LETIZIA BATTAGLIA, IL VOLTAIRE, LE INCHIESTE DE L’ORA, IL TEATRO DI FRANCO SCALDATI, L’IMPEGNO CIVILE CONTRO LA MAFIA DI TANTE E TANTI. IN UNA PRIMAVERA CHE SEMBRAVA LA SPAGNA DOPO IL FRANCHISMO. 

POI, DISASTRO DOPO DISASTRO, LE COSE SONO CAMBIATE.  IN UN GIORNO MALEDETTO HANNO RICOMINCIATO A ESPLODERE LE AUTOBOMBE, HANNO AMMAZZATO FALCONE E BORSELLINO E POI…

UN MACABRO SIPARIO E’ CALATO SU TUTTO.

ANNO DOPO ANNO CI SIAMO RITROVATI NELLA PALERMO DA BERE E DA TIRARE DI OGGI. IN QUELLA SCIATTERIA MISTA A MUNNIZZA E PROVINCIALISMO.

CI SEMBRA IMPORTANTE DICHIARARCI. NON SIAMO NOSTALGICI DI UN PERIODO STORICO ANDATO E SICURAMENTE IMPERFETTO. SEMPLICEMENTE CREDIAMO CHE QUELLA GENERAZIONE CULTURALE DI CUI PARLIAMO SIA LA PARTE MIGLIORE E VIVA DI QUESTA CITTA’, ANCHE OGGI, CARATTERIZZATA E INCARNATA DA NUOVI SOGGETTI, PERCORSI, DA NUOVE STRADE DI IMPEGNO CIVILE E CULTURALE CHE SI SONO INTRECCIATI IN UN PRESENTE CHE HA SETE DI FUTURO.

E’ DA QUI CHE RIPARTIAMO. PERCHE CREDIAMO CHE SOTTO LA CENERE, LI’ DOVE TUTTO SEMBRA SPENTO, QUESTA CITTA’ABBIA RIPRESO A BRUCIARE.

E NOI CON QUESTO SPAZIO VOGLIAMO SOLAMENTE SOFFIARCI SOPRA. PER DESIDERARE UN NUOVO CIELO SOPRA PALERMO.

titti de simone

 

Annunci