NZocche'


scritto col sangue, un viaggio mestruale.
13 marzo 2013, 16:40
Filed under: Eventi di N'Z, N'Z, ncsc > NZ

8 marzo dalle ore 19.00 nzocchè circolo arci presenta:
scritto col sangue, un viaggio mestruale.

Scritto col sangue, un viaggio mestruale
Da un’idea di anna farinella in collaborazione col ncsc (nucleo clandestino sarita colonia).
28 racconti sulle mestruazioni raccolti attraverso un appello su facebook, una piccola pubblicazione stampata da nzocchè senza scopo di lucro.
Alcuni racconti verranno letti da massimo milani e dalle autrici.
In mostra ci saranno
i bracciali menopausa di anna farinella,
le pezze del marchese di grazia triolo,
i flussi luminosi di teresa scozzari,
lo schifo 28 foto di mar la pazz.
Scorrerà un montaggio di foto pubblicitarie di assorbenti e un video con scene a sfondo mestruale tratte da film a cura di short.
_________________________________________

Dalla presentazione di anna farinella

Scritto col sangue

I mestrui sono arcaici, sarebbero già dovuti scomparire da tempo, la procreazione non può condizionare l’umanità femminile per più o meno quarantanni della vita di ogni donna, c’è chi muore senza avere vissuto l’ebbrezza della menopausa…i mestrui sono tabù, lo sono ancora oggi, lo pensavo lo sospettavo ne ho avuto conferma con questa ricerca. I racconti nascono da un evento che ho fabbricato su facebook, l’ho mandato a tutti i miei contatti femminili e molte lo hanno mandato ai loro, è stato a vagolare nel virtuale per svariati mesi, risultato ho raccolto appena ventotto racconti, ventotto come i giorni del ciclo, ventotto storie vere, basterebbero alcune di queste per fare capitolare i mestrui, basta, basta questa tirannia di donna su donna, violenza psicologica di madri nonne e zie che lavano col sangue mestruale delle figlie la loro onta il loro essere schiave in un mondo di uomini, uomini che neanche vogliono sapere, uomini che vivono il mestruo a distanza, sono rari quelli che hanno condiviso i loro umori con quello delle donne, sono rare le donne che lo hanno permesso, sì ci sono casi di armonia di indifferenza addirittura di esaltazione ma in fondo i mestrui vengono dalle viscere della terra fanno della donna un essere a parte un essere sanguinante, sanguinano ma non muoiono, le donne sono streghe, ogni donna lo sa e gli uomini ne hanno paura…io non ho figli non ne ho voluti ma ho convissuto con i miei mestrui per infiniti anni, sono stata programmata male potevano risparmiarmi tutto questo sangue e penso a santa caterina la poetessa del sangue, lei che leccava le ferite purulente dei malati…ah le donne le donne sono streghe che fanno le fatture col proprio sangue, bevi, chissà quanti uomini hanno bevuto il mestruo senza saperlo, non fa male non puzza non sporca, non più dello sperma non più della pipì molto meno della cacca…mi ribello ad una condizione di differenza rispetto all’uomo, una differenza che ti penalizza, mi ribello e mi ficco un tampax, sono piegata in due dai dolori mi tuffo a mare e sgocciolo al sole, urlo urlo al mondo intero, ho le mestruazioni! Le ho tanto odiate che se ne sono andate in silenzio velocemente senza lasciare tracce e adesso, adesso che sono in menopausa forse è arrivato il momento di capire il nodo che mi lega a tutte le donne, un unico nodo, e scopro mostruosità familiari incubi…dolore rabbia rassegnazione…

e ci metto pure i miei…

……………………………………………………………………………………………………………………………………………

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Conclusione ciclo

la cosa che mi colpisce in molti racconti è l’accettazione del dolore, la rassegnazione, quasi un’espiazione, retaggio cattolico?
E poi le leggende e i pregiudizi sugli assorbenti interni, perdita di verginità infezioni corpo estraneo e poi la paura della pillola anticoncezionale meraviglioso regolatore mestruale, quasi a voler restare prigioniere, perché perché non c’è ribellione? cura di se, il dolore non è naturale, dovremmo imparare ad avere più stima di noi a sentire il corpo e ragionare con la testa.
C’è ancora tanto pudore, vergogna, paura.
Alcuni racconti sono anonimi per desiderio di chi li ha scritti, non ho fatto correzioni, la scrittura scorre come il mestruo, intima e personale.
Ringrazio tutte per avermi scritto, per avere raccontato, perché parlare di mestruazioni è parlare di donne è parlare con noi stesse per altre noi.

Annunci


L’Arci non ci sta!
1 marzo 2013, 16:34
Filed under: 1, N'Z

nota dell’ARCI nazionale del 1°marzo 2013

Ci siamo, da oggi i profughi dell’emergenza Nord Africa sono ufficialmente senza accoglienza. Migliaia di uomini, donne e bambini si ritrovano senza un posto dove stare perché lo Stato prima ha riconosciuto loro il diritto alla protezione umanitaria e poi non si è assunto la responsabilità della loro tutela e della loro integrazione. L’Arci non ci sta! Sollecitiamo le forze politiche e chi ha responsabilità nell’amministrazione pubblica a rivedere la scelta di una chiusura senza appello che, come è già successo e avevamo denunciato, rischia di produrre ingiustizie e di spostare i problemi altrove, con ulteriore spreco di risorse pubbliche e con il rischio di alimentare discriminazioni e razzismo.


Sicilia Queer filmfest e le Queer Card
1 marzo 2013, 16:28
Filed under: 1, N'Z
Ti piacciono le attività del Sicilia Queer filmfest, vorresti dare una mano ma non hai tempo, modo, eppure ti piacerebbe esprimere comunque il tuo apprezzamento? Un modo c’è.
Il festival è fatto da una squadra di volontari che dedicano tanto tempo alla cura di questo spazio di alternativa. Il tempo però non basta: c’è bisogno anche di risorse economiche, per portare a Palermo il meglio della produzione cinematografica internazionale.
Le Queer Card sono il modo migliore per sostenere dal basso un progetto come quello del SICILIA QUEER filmfest.
Una donazione non è certo per sempre (come un diamante), ma potrebbe essere sufficiente per quest’anno! Basta un click con paypal.
 
http://www.siciliaqueerfilmfest.it/2013/it/queer-card-it.html